Mussole neonato: a cosa servono e perché sono utili.

Mussole neonato: a cosa servono e perché sono utili.

Indispensabili nel corredino di un bebé in arrivo, le mussole neonato sono un articolo estremamente versatile e dai numerosi utilizzi. Vediamo insieme a cosa servono e come scegliere le migliori.

Ci siamo: manca poco alla nascita del vostro bambino ed è arrivato il momento di acquistare tutto l’occorrente per accogliere il piccolo. Nanna, bagnetto, pappa… avremo preso tutto? 

Prima di partire alla ricerca dell’ultimo modello di carrozzina dotato di AI (ancora non esistono, ma prima o poi le inventeranno), il nostro consiglio è di puntare su un accessorio che non deve mai mancare nel corredo di un neonato, ovvero le mussole.

Mussola neonato: che cos’è?

La mussola è sostanzialmente un telo di stoffa leggera, e di solito è realizzato in cotone biologico 100% o bamboo. Indipendentemente però dal materiale in cui è fatta, le sue caratteristiche principali sono quattro:

  • Morbidezza: le mussole sono perfette per avvolgere il bimbo nel lettino, dopo il bagnetto e fuori casa
  • Resistenza, anche dopo parecchi lavaggi
  • Traspirabilità: ottima anche sulla pelle delicata di un bambino appena nato
  • Assorbenza: il tessuto ha una trama aperta, come quello delle garze

Sicuramente ne avrete già sentito parlare e i vostri amici già genitori vi avranno detto quanto questo semplice oggetto sia utile in mille occasioni. Se però ancora non lo conoscete, possiamo dirvi che si tratta di un vero e proprio “drappo magico” da usare ovunque, e che accompagnerà il bebé nei suoi primi mesi di vita.

A seconda delle dimensioni le mussole di cotone neonato possono svolgere varie funzioni. Per questo motivo vi raccomandiamo di acquistarne diversi modelli, così da poterne sempre disporre all’occorrenza.

Scopri i nostri baby set mussole in cotone 100%, perfetti anche come idea regalo.

Una curiosità: questo accessorio è detto anche “mussolina”, e deve il suo nome a Mossul, la città della Mesopotamia dove il tipo di tessuto ebbe origine. In quelle zone il clima è molto caldo, quindi non  è difficile intuire come una stoffa così leggera e traspirante si possa essere rivelata così utile!

A cosa servono le mussole neonato?

Vediamo più nel dettaglio quali sono i molteplici utilizzi di questi magici teli di cotone. Vi anticipiamo che una volta provati non potrete più farne a meno perché sono dei veri salva vita in molteplici occasioni.

Il vostro bambino inoltre li apprezzerà per la loro freschezza e morbidezza e avrà sempre voglia di averli accanto. Un po’ come la copertina di Linus, ma ancora meglio perché si possono portare ovunque.

Per il lettino

Durante la stagione più calda, le mussole sono ottime da stendere sul lettino come copriletto leggero per fare la nanna. Allo stesso modo si possono adagiare all’interno della carrozzina durante la passeggiata quotidiana.

In questo modo il bebé sarà protetto dai raggi del sole, ma allo stesso la leggerezza del tessuto farà sì che non abbia troppo caldo. Un suggerimento per rendere la mussola ancora più accogliente? Tenetela addosso per qualche minuto.

Facendo così il tessuto avrà l’odore della mamma, e il bambino si sentirà sereno e dormirà meglio.

Durante e dopo la pappa

Un altro utilizzo delle mussole per neonato è come tovaglietta “post rigurgito”. Sappiamo quanto sia delicata la fase dopo la poppata, e avere un telo facile da lavare a portata di mano può decisamente semplificare le cose.

Non solo: se siete fuori casa potete usare la mussola anche per coprirvi mentre state allattando. In questo modo sarete al riparo da sguardi indiscreti nel caso non vi sentiate a vostro agio ad allattare in un luogo pubblico.

E quando il bimbo comincerà a crescere? Ecco che una mussola di cotone si rivela ottima anche come bavaglino di emergenza nel caso siate in giro e lo abbiate dimenticato a casa.

Per il cambio pannolino

Anche nel fasciatoio potete beneficiare di questi teli in ben due modi. Il primo utilizzo è come salvietta per asciugare il sederino pulito del bimbo dopo il cambio.

La mussola neonato è delicata e ipoallergenica, e non andrà a irritare la pelle delicata del neonato. Per questo motivo è più indicata di un classico asciugamano.

Inoltre, se possedete un telo di grandi dimensioni, lo potrete usare anche come fasciatoio “on the road” per tutte le volte che dovrete cambiare il pannolino fuori casa (e potrebbe capitare spesso!).

Acquista le nostre mussole XXL, disponibili in diverse varianti di colore e fantasie.

Per il bagnetto

Sempre per le sue caratteristiche di morbidezza e assorbenza, una mussola può anche avere la funzione di asciugamano post bagnetto.

Avvolto nel telo, il vostro bimbo si sentirà coccolato e protetto, e sarà più invogliato a fare il bagno. A questo proposito, per le prime volte vi consigliamo di immergere il piccolo in acqua avvolto nella mussola.

In questo modo gli trasmetterete ancora più sicurezza, e si abituerà facilmente alla pratica della pulizia.

Per lo swaddling

Un ultimo possibile utilizzo è fasciare il neonato con la mussola mentre passeggiate. Si tratta di una tecnica detta “swaddling”, che risale ai tempi antichi e ancora adesso è molto utilizzata nei paesi africani.

Il telo di cotone o bamboo è perfetto per questa pratica, perché è resistente e al tempo stesso traspirante, così il bambino eviterà di accaldarsi. Vi raccomandiamo di non legare la fascia troppo stretta, ma al tempo stesso di non lasciarla troppo molle.

L’importante è che il piccolo sia ben sostenuto e possa muovere liberamente le gambine all’interno della fasciatura. La mussola lo farà sentire comodo e al sicuro, proprio come quando era nella pancia della mamma.

Quando il bimbo cresce

Questi teli saranno utilissimi anche durante i primi anni di vita del bambino. Potrete infatti stenderli per terra tutte le volte che andrete a giocare in giardino o, perché no, in spiaggia.

Castelli di sabbia, un picnic per i peluche… riuscite a immaginare quanto si divertirà il vostro bimbo?

Come scegliere le migliori mussole per neonato

Ora che abbiamo visto tutte le funzioni di questi teli leggeri  e traspiranti, ecco una breve guida all’acquisto. La scelta è molto vasta e all’inizio è facile sentirsi disorientati, ma niente paura.

Indipendente dalla fantasia o colore che sceglierete, vogliamo darvi tre consigli generali che vi aiuteranno a optare per gli articoli più adatti alle vostre esigenze.

1- Le dimensioni

Abbiamo visto che la grandezza del telo dipende dall’uso che se ne vuole fare. Noi di Nannafrufrù disponiamo di mussole

  • Di dimensioni standard (90 x 65 cm, oppure 90 x 70 cm)
  • Di grandi dimensioni (130 x 100 cm)

In linea di massima, una mussola di tipo standard è ottima come salvietta o bavaglino, mentre una di tipo XXL è consigliata in tutti quei casi dove è necessario disporre di un telo più grande (fasciatoio, swaddle, lettino…).

Avere teli di più dimensioni vi potrà agevolare a giostrarvi nelle diverse attività quotidiane. Non da ultimo, possedere più mussole vi permetterà di avere più cambi, dato che le laverete spesso.

2- Il tessuto

La mussola in cotone 100% organico è certamente la più diffusa, ma nel nostro store disponiamo anche di mussole neonato in bamboo, morbide, versatili e in grado di proteggere dai raggi UV.

Vi suggeriamo di scegliere in base alle vostre preferenze, ma di optare sempre per tessuti biologici e garantiti. I nostri teli sono realizzati esclusivamente con filati certificati Oeko-Tex Standard 100 Classe.

Questi sono i più indicati, perché traspiranti, ipoallergenici e  perfetti per non irritare la pelle delicata del piccolo. La salute del bambino viene prima di tutto!

Non solo: trattandosi di fibre naturali, sono completamente biodegradabili e fanno bene all’ambiente.

Qui parliamo della nostra filosofia Nannabamboo e della cura che mettiamo nella scelta dei nostri tessuti.

3- I colori

Fiorellini, orsacchiotti, arcobaleni… Sappiamo che creare il corredino di un bimbo in arrivo è anche divertente ed è difficile scegliere tra così tante belle fantasie.

Quello che vi raccomandiamo è però di utilizzare mussole in tinte delicate. Le tonalità troppo accese potrebbero infatti risultare troppo aggressive per gli occhietti di un bambino appena nato che sta scoprendo il mondo.

Lavaggio e pulizia

Dopo aver visto a cosa servono le mussole e averne elencato le caratteristiche che le rendono accessori indispensabili, vogliamo aggiungere due parole come mantenerle sempre fresche e pulite.

Quando c’è un bambino appena nato, si sa che bisogna fare il bucato di frequente. Le mussole fortunatamente sono realizzate in tessuto resistente, e possono essere lavate spesso senza perdere le loro caratteristiche.

Per una pulizia ottimale, vi consigliamo di lavarle semplicemente a 30°. Essendo il telo molto leggero, non è necessario utilizzare alte temperature. Vi sconsigliamo inoltre di candeggiarle, o di utilizzare l’ammorbidente.

Questi prodotti potrebbero infatti irritare la cute del bambino, oltre che inquinare l’ambiente. In questo senso la mussola è davvero una scelta ecosostenibile, se pensiamo a voler far crescere i nostri bambini in un mondo migliore, non pensate?

Per quanto riguarda l’asciugatura, meglio il classico metodo all’aria. Utilizzando l’asciugatrice infatti le fibre del tessuto potrebbero perdere di morbidezza. Vi consigliamo infine di stirare le mussole al rovescio, per non rovinare la brillantezza dei colori e dei disegni.

 

 

1 commento

  • Utilizzate tantissimo

    Emma

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

Net Orders Checkout

Item Price Qty Total
Subtotal $0.00
Shipping
Total

Shipping Address

Shipping Methods

Italiano

x